• giovedì 28 Ottobre 2021 22:17

Cinque più tre, otto. Otto assunzioni in stile saldi di fine stagione della Giunta Raggi, fatte tutte lo scorso 26 novembre.
Lo staff dell’assessore ai Rifiuti, l’attivista grillina Katia Ziantoni – capostaff Valeria Allegro (link alla delibera) già delegata ai rifiuti della Raggi (89mila euro l’anno), Roberto Scarlattei (link alla delibera) controllore dei conti Ama (55mila euro l’anno) e la videomaker personale dell’Assessore, Wendy Elliot (link alla delibera) (42mila euro l’anno – si arricchisce dell’ex eurodeputato grillino, Dario Tamburrano il quale, in cambio dei 55mila 461 euro e 96 centesimi lordi l’anno (link alla delibera) avrà l’arduo compito di supportare la Ziantoni per “le attività riguardanti il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima”. A Tamburrano, professione dentista, spetterà “di coadiuvare la redazione del documento finale del Piano”. I quattro dello staff della Ziantoni, così, costeranno alle casse comunali 242mila 430 euro l’anno.
Altro giro: tocca a Laura Fiorini, assessore al Verde che incassa due assunzioni e mezza, per la modica cifra di 233mila 525 euro annui. Alessandro Aurigi, architetto, già assessore ai Lavori pubblici del Comune di Livorno è la “mezza assunzione” visto che già era stato assunto a luglio scorso (link alla vecchia delibera) però solo con un part time a 53mila 418 euro annui lordi. Ma, come si legge non senza un sorriso per la comicità involontaria delle carte, vista “la particolare attenzione posta dall’Amministrazione Capitolina nei settori della manutenzione del verde pubblico, del patrimonio immobiliare dei parchi pubblici, dei progetti di riqualificazione e decoro urbano”, all’architetto Aurigi è aumentato il lavoro (link alla nuova delibera), si passa a un full time: 89mila 31euro annui lordi.
Seguono due avvocatesse che devono supportare la Fiorini cui, evidentemente il lavoro svolto da Segretariato generale e Avvocatura capitolina sembra insufficiente. Il “supporto giuridico” (link alla delibera) va all’avvocato Francesca Martini (89mila e 31 euro l’anno), mentre la “vigilanza e controllo” (link alla delibera) all’avvocato Maria Grazia Lerose, (5mila 462euro lordi annui).
L’ultima assunzione è (link alla delibera) per lo staff dell’assessore allo Sport, Daniele Frongia, che avverte “l’esigenza di individuare un adeguato profilo professionale” che “tenga le relazioni” con Enti, Federazioni Municipi e Commissioni per “una migliore veicolazione delle iniziative intraprese e dei risultati raggiunti”, figura individuata in Valentina Scaringia (part time al 50% a 21mila euro lordi annui).
Questo blitz è l’ennesima umiliazione per i dipendenti capitolini e per le tasche dei romani, prebende erogate a persone senza alcuna competenza, contentino per gente trombata alle elezioni oppure un posizionamento in posti strategici per la prossima campagna elettorale”, tuona Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina. Gli fa eco Davide Bordoni (Lega): “Roma Capitale è un’agenzia di collocamento per grillini in difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *