• lunedì 6 Febbraio 2023 20:03

Se non è un ultimatum ai commercianti, poco ci manca. È la nuova campagna di sensibilizzazione per aumentare la differenziata, titolo “Roma non è indifferente”, presentata ieri dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e dall’assessore all’Ambiente, Sabrina Alfonsi.
Nella nota del Comune, si legge che “alcune statue” saranno “testimonial della comunicazione ironica e visionaria”: nel compiere il “gesto di differenziare simboleggiano l’amore ed il rispetto che merita la città con la sua storia millenaria promuovendone la salvaguardia e tutelandone la bellezza”. L’obiettivo lo spiega Gualtieri: per la differenziataSi partiva dal 45% del 2021 mentre abbiamo chiuso il 2022 al 46%. Gli step sono 50% nel 2024, 60% nel 2027, 65% nel 2029 e 70% nel 2035. Oggi parte una grande campagna di informazione e sensibilizzazione, affinché tutti contribuiscano a una città più pulita, alla riduzione dei rifiuti, a un corretto conferimento dei rifiuti mediante la raccolta differenziata e quindi al riciclo, che è fondamentale per la pulizia della città”.
Campagna a parte, però, il nocciolo è potenziale inasprimento delle sanzioni per le attività commerciali che conferiscono male i rifiuti: “stiamo studiando un inasprimento, soprattutto rispetto a quegli esercizi commerciali che non lo rispettano mai”, ha spiegato la Alfonsi, che ha aggiunto: “Prima non abbiamo voluto colpire i cittadini perché avevamo trovato duemila tonnellate di rifiuti in terra. Ora, però, è in campo un piano ordinario di interventi e abbiamo ricominciato con le sanzioni, le prime vicino ai nuovi cassonetti di viali Libia e viale Eritrea. Con il Tavolo operativo che stanno condividendo il dipartimento Ambiente, la polizia locale e Ama è tornato il momento dei controlli e delle sanzioni”.
Durante la presentazione, il sindaco Gualtieri ha anche spiegato che “I due biodigestori anaerobici (saltati negli ultimi giorni nella rimodulazione dei fondi del PNRR, ndr) li faremo lo stesso, con una rimodulazione delle risorse del fondo complementare assegnate a Roma a seguito della nostra battaglia per l’aumento dei fondi. Per noi saranno impianti fondamentali per trattare la frazione organica”. E, in vista del Natale che manda in sofferenza il sistema rifiuti di Roma, Gualtieri ha annunciato che “è attivo il piano integrativo di Ama che prevede, tra le altre cose, operatori nelle piazze e nei luoghi più frequentati, dall’8 dicembre al 8 gennaio, per lo spazzamento, la raccolta e il pronto intervento. Inoltre sono previsti turni aggiuntivi per le utenze non domestiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *