• mercoledì 18 Maggio 2022 22:44

Un quinquennio abbondante di annunci, dalla Regione, e immobilismo, dal Comune e, ora, finalmente, arriva un cronoprogramma concreto per rimettere in piedi le due disastrate ferrovie laziali, la Roma-Lido di Ostia e la Roma-Civita Castellana-Viterbo.
Il primo passaggio arriverà a fine mese: per il 31 marzo la presidente di Cotral, Amalia Colaceci, ha fissato in agenda la firma del secondo contratto di fornitura di treni. Il primo, per 11 convogli (5 per la Lido e 6 per Viterbo) e un controvalore di circa 80 milioni di euro, è stato firmato a inizio febbraio. Ora, arriva la firma del secondo per 22 treni e un valore di 156 milioni di euro: 10 andranno sulla linea per Ostia e 12 per quella su Viterbo, 6 a servizio della tratta urbana e 6 per quella extraurbana.
Due linee per decenni divise in due: la proprietà della Regione e il servizio svolto da Atac. Con la competenza del Comune per le revisioni dei treni: quella che, dal 2017, non è stata fatta causando lo stop ai convogli.
I tempi sono lunghi, come avviene per il trasporto ferroviario: il prototipo dei nuovi treni arriverà a fine 2023. Dopo i collaudi, se andrà tutto bene, i nuovi convogli entreranno in produzione con consegne mensili da aprile a dicembre 2024.
In riferimento alla cessione alla Regione del ramo d’azienda di Atac delle due ferrovie, la Colaceci precisa: “Il Comune non sta cedendo nulla alla Regione perché le infrastrutture sono già di proprietà regionale: il Campidoglio ha solo autorizzato la sua società (Atac) ad un’operazione di natura straordinaria. Il prezzo della cessione, 42 milioni, è stato stabilito da una due diligence finanziaria ed interessa sostanzialmente il solo acquisto dei Caf MA300 e degli stock di magazzino. Tutti gli altri treni transitano a valore zero perché completante ammortizzati”.
Subito dopo Pasqua è prevista la firma del rogito notarile con Atac che sancirà la definitiva uscita di scena dell’azienda di via Prenestina e, a inizio maggio, dovrebbero partire i lavori di rifacimento, affidati dalla Regione a RFI, della Roma-Lido la cui conclusione è prevista per la fine del 2024. Per i lavori sulla Roma-Viterbo, invece, bisognerà aspettare ancora che si completino le procedure degli espropri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.