• domenica 4 Dicembre 2022 10:29

 

Due stazioni su tre con qualche “impianto di traslazione” – ascensori, scale mobili e montascale – fuori servizio: un sabato di passione su linea A e linea B della metro. Disabili, anziani o persone che comunque abbiano difficoltà nella mobilità si sono ritrovate non solo la linea B chiusa, come in tutti i weekend di maggio, da Castro Pretorio a Laurentina per consentire i lavori di collegamento fra la linea blu e la C a Colosseo. A fronte di una linea B ridotta, con solo 10 stazioni effettivamente aperte, 6 erano segnalate sul sito aziendale Atac con qualche impianto chiuso: in termini percentuali, significa il 60% di stazioni con problemi. Sulla B1, quattro stazioni aperte e due con problemi. Quintiliani e Bologna, da mesi, sono senza ascensori e scale mobili per fine vita tecnica e appalti in ritardo. Sulla B1, Jonio e Libia, parimenti senza né ascensori né scale mobili. Ascensori fermi anche a Rebibbia, Santa Maria del Soccorso, Monti Tiburtini e stazione Tiburtina.

Passando alla A, su 27 stazioni aperte, erano 20 quelle segnate con qualche impianto fuori servizio. Battistini, Cornelia, Baldo degli Ubaldi, e Valle Aurelia con ascensori o scale mobili ferme. Cipro, fa il record: fermi ascensori, scale mobili e monta scale. Per inciso, sono le cinque stazioni che un paio d’anni fa, col solito ritardo negli appalti, rimasero chiuse per settimane proprio per le revisioni degli impianti.

La lista di scale mobili, ascensori o montascale fermi sulla A include anche le stazioni di Lepanto, Spagna, Manzoni, Re di Roma (chiusa poche settimane fa proprio per la concomitante indisponibilità di 3 scale mobili). Poi, Ponte Lungo, Furio Camillo, Colli Albani, Arco di Travertino, Porta Furba, Numidio Quadrato, Lucio Sestio, Giulio Agricola, Subaugusta, Cinecittà. Fanno 20 stazioni su 27, cioè il 74%, tre su quattro.

Complessivamente, fra linea A, B e B1, 28 stazioni su 41 aperte con problemi agli impianti: siamo al 68 percento, due su tre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *