• lunedì 3 Ottobre 2022 18:55

Incendio sulla Togliatti; D’Amato: “Pronto soccorso allertati”

Lug 10, 2022

 

Tre le ambulanze del 118 spedite a viale Palmiro Togliatti e se non è stato necessario assistere la popolazione – tant’è che non si registrano ingressi al pronto soccorso né al Policlinico Casilino né all’Ospedale Vannini – gli operatori sanitari hanno invece assistere diversi Vigili del Fuoco impegnati a spegnere le fiamme curati sul posto per lievi intossicazioni, irritazioni cutanee ed oculari.

L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, ha confermato l’allerta di “tutti i pronto soccorso per sintomi respiratori. Bene ha fatto il Municipio a raccomandare di tenere chiuse le finestre e di indossare la mascherina per evitare di inalare i fumi derivanti dall’incendio”.

Conferma il professor Angelo Coppola, docente di Malattie dell’Apparato respiratorio all’Università internazionale medica UniCamillus: “Chiudere le finestre, spegnere i condizionatori che non filtrano le diossine e le polveri, coprire la pelle e gli occhi. In caso di esposizione ai fumi, vanno protette le vie respiratorie con un panno bagnato. Va distinto il momento del rogo da quello dei giorni successivi. Pazienti già sofferenti di malattie ai polmoni devono prestare la massima attenzione sempre. Si possono verificare, anche nelle ore successive, casi di avvelenamento che vanno segnalati al medico di base, o al centro antiveleni oppure, se acuti, al 118. Nei giorni successivi, evitare attività all’aperto, tipo ginnastica nei parchi, in un raggio di almeno 5 km dal rogo. E vanno usate le mascherine filtranti, quindi le FFP2 o le FFP3. Ultima accortezza: lavare bene, con bicarbonato, tutti gli ortaggi e le verdure se provenienti da aree a rischio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.