• lunedì 6 Febbraio 2023 20:58

Barriere anti-clochard, finiti i lavori al sottovia Turbigo

Insieme a via Marsala era uno dei simboli della povertà, del degrado e della incapacità del Campidoglio di garantire vite dignitose ai diseredati: il sottopasso Turbigo ora è un muro anti clochard. 
Parliamo di quel passaggio sotto la stazione Termini che mette in comunicazione via Giolitti e via Marsala: due corsie per le auto, entrambe con unica direzione da via Marsala verso via Giolitti, 212 metri di lunghezza, realizzato, nel 1938, con piloni fra loro distanziati. E ogni varco fra un pilone e l’altro, negli anni, era diventato un giaciglio di fortuna per disperati, con materassi, coperte, cartoni.

A metà ottobre è partito il cantiere, finanziato con 140mila euro dalle Ferrovie dello Stato e con 50mila dal Campidoglio, per riqualificarlo: nuova illuminazione, rimozione dei graffiti, pulizia dei marmi ma, soprattutto, chiusura in muratura di tutti i varchi-giaciglio con la costruzione di nuovi piloni, rivestiti in travertino come l’intero sottopasso ma “arretrati” di 15 centimetri rispetto ai vecchi. 
Incluso nel servizio, l’”allontanamento dei senza fissa dimora e pulizia delle aree”.

A fine novembre, la Giunta Gualtieri ha approvato una delibera che recepisce e autorizza (a posteriori) i lavori nel sottopasso che diventano una specie di “anticipo” rispetto al più ampio cantiere da 30 milioni di valore che Ferrovie dello Stato faranno partire in vista del Giubileo. Fra queste nuove opere: 18 milioni saranno l’investimento per creare nuove pensiline e marciapiedi ai binari cui vanno aggiunti due nuovi ascensori che collegheranno la galleria gommata ai tunnel sotterranei, uno lato via Marsala e uno lato via Giolitti.
L’altra parte del cantiere è quella su piazza dei Cinquecento: 12 milioni di euro di valore che copriranno i costi per la nuova illuminazione, il rifacimento delle soste e della viabilità degli autobus e dei taxi, la piantumazione di nuovi alberi e il rifacimento della pavimentazione più un’area che sarà dedicata ai servizi in sharing di biciclette, monopattini e automobili. A piazza dei Cinquecento trovano posto 16 capilinea di bus Atac e dovrà essere ricavato anche il posto per il nuovo tram Termini-Vaticano-Aurelio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *