• lunedì 6 Febbraio 2023 20:02

Stadio della Roma, si accelera. In arrivo l’ok del Campidoglio

Gen 10, 2023

 

Pronto il “sì” del Comune che concluderà il primo atto del nuovo Stadio della Roma di Pietralata: entro un paio di giorni il Campidoglio chiuderà la Conferenza di Servizi preliminare che era iniziata il 3 ottobre scorso al momento del deposito del progetto da parte della società giallorossa.
La legge indicava in 90 giorni il termine per concludere i lavori della Conferenza che, però, complice la richiesta di chiarimenti e integrazioni documentali richiesta alla Roma da parte di molti uffici comunali ha fatto slittare il termine a oggi.
Il “sì” da parte degli uffici comunali sarà, ovviamente, accompagnato da prescrizioni che dovranno essere recepite da architetti e ingeneri al momento di redigere il progetto definitivo.
Conclusa la Conferenza di Servizi, poi, ci vorrà una decina di giorni o un paio di settimane al massimo per scrivere il verbale con tutti i vari passaggi e le richieste degli uffici. Dopo di che si entra nel vivo della parte “politica” del lungo iter amministrativo: firmato il verbale della Conferenza, questo dovrà essere inserito in una delibera da portare al voto in Consiglio comunale. Quindi, per arrivare al voto, il testo sarà portato all’esame del IV Municipio Tiburtino (competente per territorio) e delle varie Commissioni consiliari che potranno formulare emendamenti e proposte di modifica. Il tutto poi tornerà in Giunta per essere vagliato dagli uffici e, quindi, sarà sottoposto al voto finale in Aula Giulio Cesare. L’obiettivo del Comune è quello di riuscire a chiudere questa parte del procedimento per la primavera, tempi più o meno in linea con quelli di Tor di Valle dove la Conferenza di Servizi preliminare terminò a inizio settembre e la delibera di pubblico interesse venne approvata, tre mesi dopo, il 22 dicembre 2014.
Il progetto Pietralata prevede che la Roma costruisca uno stadio da 55mila posti posto a circa 600 metri dalla stazione Tiburtina. Alcune opere completano il progetto: fra queste tre ponti ciclopedonali; quattro parcheggi per 3.660 posti auto, tre dei quali da costruire ex novo; la realizzazione di due parchi, quello dello Stadio e quello centrale.


Il primo dei tre nuovi ponti è quello previsto alla fine di via Livorno: lo scavalco dei binari della ferrovia e della vecchia Tangenziale Est consentirà la ricucitura urbanistica dell’area di piazza Bologna con Pietralata, divisa proprio dal vallo ferroviario. Inoltre, consentirà la connessione diretta, un chilometro e 200 metri in linea d’aria, fra lo Stadio e la fermata della metro B/B1 Bologna.
Il secondo ponte è quello dal piazzale posteriore della stazione Tiburtina verso lo Stadio: 600 metri circa per arrivare da un treno allo Stadio.
Il terzo servirà per scavalcare via dei Monti Tiburtini e connettere lo Stadio con uno dei tre nuovi parcheggi da costruire, quello di fronte l’Ospedale Sandro Pertini: l’unico parcheggio fuori terra (gli altri due saranno interrati) dell’intero intervento sarà utilizzato insieme a un’area verde come elemento di protezione visiva e acustica del Pertini rispetto allo Stadio. Fra le altre opere previste, il rifacimento totale del piazzale superiore della fermata metro Quintiliani che dai rendering presentati potrebbe somigliare a qualche scorcio di Amsterdam o di Parigi.
Da quel che trapela, la maggior parte delle prescrizioni saranno incentrate su due aspetti: quello degli espropri e quello della mobilità pubblica e privata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *