• domenica 4 Dicembre 2022 08:31

STADIO: IL PIANO ECONOMICO/FINANZIARIO

Lug 11, 2014

Entriamo nel vivo. Quanto costa lo Stadio?

Abbiamo visto che le varie opere infrastrutturali vengono stimate in 270 milioni di euro di investimento. Il progetto di fattibilità indica, da pagina 36 in poi, anche come sostenere questi costi.
Il Piano Economico Finanziario (PEF) si basa su alcuni parametri principali:
  • Tempistica della costruzione: 30 mesi di lavori per il completamento delle opere dalla data di avvio dei cantieri
  • Costi delle opere private 341 milioni di euro:
    • Stadio: 254 milioni
    • “Trigoria”: 12 milioni
    • Spazi commerciali: 75 milioni
  • Finanziamento: “ipotizzato il completo finanziamento dei costi della fase di construction con una linea capex con rimborso ammortising in 20 anni”. Con le seguenti caratteristiche:
    • Tasso di interesse: 6% annuale
    • Rata annuale costante: 32 milioni di euro
    • Balloon: 20% da rimborsare con pagamento unico al ventesimo anno
La struttura del financing potrebbe prevedere l’introduzione di un periodo di pre-ammortamento in relazione a flussi di cassa ‘ridotti’ in fase di apertura della struttura
  • Ricavi stimati a circa 62 milioni di euro su base annuale di cui:
    • 45% relativi alla vendita di biglietti non direttamente spettanti alla As Roma, relativi ad eventi sportivi e agli altri eventi
    • 40% pubblicità e sponsorship
    • 15% altri ricavi (ristorazione, merchandising, etc)
  • Costi di gestione: 13 milioni di euro anno
  • Imposte: Ires e Irap ad aliquote correnti
  • Orizzonte temporale di pianificazione: 20 anni (ipotizzati interventi di “revamping” dell’impianto ogni 20 anni)
  • Inflazione: ricavi e costi sono inflazionati nell’arco del periodo del piano all’1%
  • Obiettivo di redditività: ritorno minimo pari al 7% stimato sulla base del rapporto fra risultato operativo al netto dell’effetto fiscale.
Seguono alcune righe importanti: l’identificazione al contributo alle opere infrastrutturali dell’operatore privato “Stadio”.
Si legge – pagina 37 – testuale: “le tabelle di seguito riportano i dati economici prospettici del Quadro Progettuale A che, rispettando le assunzioni sopra descritte e allineandosi con l’obiettivo di redditività minimo richiesto (7%), evidenziano una capacità di contribuire nella misura massima di 50 milioni di euro verso la copertura delle Opere infrastrutturali complessive, già stimate in precedenza pari a 270 milioni di euro“.
Questa la tabella della “sensitivity analysis” del ventennio di stime di costi e ricavi:

 

Pagina 40 del progetto di fattibilità
Fatti i conticini (per dirla come Aronne Piperno l’ebanista) la conclusione lascia poco spazio alle interpretazioni.
Pagina 41

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *