• lunedì 17 Maggio 2021 00:13
Cardone Michele

I ballottaggi sono sempre una nuova partita che inizia dallo zero a zero. Noi continuiamo a parlare dei nostri progetti per l’Anguillara del futuro come abbiamo fatto sin dall’inizio della campagna. La coalizione non deve modificare la propria strategia per intercettare il voto: va allargata la rappresentanza ma non a discapito delle nostre idee”.

Michele Cardone, candidato sindaco per il Pd e una lista civica ad Anguillara Sabazia, è molto sicuro di come vada affrontato il ballottaggio di domenica.

Cardone, a chi si rivolge? Agli elettori di Falconi o a quelli di Manciuria?
Io mi rivolgo a tutto l’elettorato”.

Quali sono i temi forti della sua campagna sul ballottaggio?
Noi dobbiamo lavorare per un piano strategico di rilancio di Anguillara. Noi viviamo di turismo ma non possiamo farlo solo d’estate. Serve una riorganizzazione delle infrastrutture e dobbiamo migliorare la nostra ricettività: il Comune non sa neanche quanti posti letto ci sono ad Anguillara. Ma è chiaro che attrarre turismo significa lavorare sul decoro cittadino. E dobbiamo rilanciare le imprese del territorio: qui ci sono delle eccellenze incredibili, ma che lavorano fuori Comune perché ad Anguillara non hanno mercato. Abbiamo percorsi naturalistici meravigliosi, un lago di acqua purissima e anche tanti problemi che vanno affrontati in fretta”.

Il candidato sindaco di Anguillara Sabazia per il centrosinistra, Michele Cardone

Quali?
La scuola elementare di via Verdi, ad esempio, è stata dichiarata inagibile nel 2018 e da allora abbiamo i nostri bambini che fanno lezione in container tipo quelli da cantiere. Oppure il problema dell’acqua potabile: la gestione dei pozzi è stata inadeguata e non solo ci sono aree dove è stata dichiarata la non potabilità ma d’estate il problema di aggrava”.

Il suo appello agli elettori
Abbiamo una squadra di livello, consiglieri competenti che sapranno supportare il sindaco nel lavoro di rilanciare Anguillara che è un posto meraviglioso e con potenzialità enormi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *