• domenica 16 Maggio 2021 23:37

Scheletrica tanto da riecheggiare i versi di Dante (“che di tutte brame sembiava carca ne la sua magrezza”): la Lupa del Campidoglio versione 5Stelle è esattamente la Lupa della “decrescita felice” vagheggiata da Beppe Grillo.
È quella scultura che, in occasioni speciali, riproduce la Lupa del Campidoglio e che viene data dalla Città di Roma come premio in alcuni concorsi o come particolare omaggio a personaggi illustri.
La statuetta che generalmente viene consegnata è realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato che ne detiene il calco.
Per farsi un’idea: è un modello in scala della Lupa che si può vedere nei Musei Capitolini all’interno dell’Esedra che ospita anche l’originale del Marco Aurelio. Una seconda immagine è visibile anche dalla piazza del Campidoglio ed è posta sulla colonna di fronte alle scale dell’ingresso di Palazzo Senatorio. Ce n’è una terza, appena entrati nell’androne dello stesso Palazzo Senatorio.
Normalmente i Sindaci hanno sempre considerato la Lupa come il simbolo della massima onorificenza. Solo per citare alcuni che l’hanno ricevuta: Sean Connery, Maryl Streep, Woody Allen, Richard Gere; il Dalai Lama, Claudio Ranieri.
Con l’arrivo dei 5Stelle a Palazzo Senatorio, però, si è optato per una maggiore sobrietà: ogni copia della Lupa costa un paio di migliaia di euro. Quindi, le statuette originali del Poligrafico si danno solo in pochissime occasioni. Tant’è che spulciando le determine di acquisto, ce ne sono solo due in tutto il quinquennio Raggi, una del 2019 per due pezzi a 3mila euro e una del 2020 per tre pezzi a 7.130 euro.
Però, non è che si può rimanere senza. Quindi, si è andati sul mercato libero e nel 2018 ne sono state acquistate 10 in metallo bronzato, con un astuccio. Costo totale 6344 euro iva inclusa: 634 euro a pezzo.
Anche queste copie a basso costo, però, mica vengono date così facilmente. Se non è strettamente indispensabile, si regala una medaglia del Natale di Roma, coniata dal Poligrafico da cui ne sono state comprate 400, a 61,55 euro l’una.
Poi c’è il “tombolino”: se non meriti nemmeno la medaglia, riceverai una bella stampa a colori di Roma Antica. Ne hanno comprate 500 a 11 euro l’una. Attenzione: come orgogliosamente scrive il Cerimoniale: “sono tutt’ora disponibili in magazzino alcune pubblicazioni il cui acquisto è stato effettuale nel corso delle precedenti pubblicazioni”, i fondi di magazzino, insomma.
Commenta Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina: “Risparmiare non significa mortificare un simbolo di Roma riconosciuto nel mondo, realizzando un’opera di scarsa qualità artistica che nuoce alla nostra immagine, togliendo tutto quel fascino che da secoli accompagna la splendida scultura e che denota il consueto pressapochismo del M5S”.

 

L’originale della Lupa di Roma esposta nell’Esedra del Marco Aurelio ai Musei Capitolini

La Lupa visibile da piazza del Campidoglio sulla colonna nei pressi dell’ingresso di Palazzo Senatorio
La Lupa posta nell’androne di Palazzo Senatorio
Un esemplare di Lupa Capitolina consegnata dal sindaco Walter Veltroni
Un esemplare della Lupa Capitolina consegnata dal sindaco Gianni Alemanno
Un esemplare della Lupa Capitolina consegnata dal sindaco Ignazio Marino
La Lupa versione 5Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *