• sabato 8 Maggio 2021 06:25
Calcagni Massimiliano

I giochi sugli accordi fra candidati mi interessano poco. Sono nato a Rocca di Papa e ci vivo da 45 anni. Ricevo attestazioni di stima e sostegno da persone che erano candidate o appoggiavano altri candidati a Sindaco e che vanno oltre i simboli di partito. Io sono sempre stato di centrodestra moderato, come presidente del Consiglio comunale sono stato un anno in maggioranza e tre all’opposizione e ora mi candido per il futuro di Rocca dato che come rocchegiano conosco ogni angolo del territorio e le sue problematiche”.

Massimiliano Calcagni, è appena 130 voti dietro la vicesindaco uscente, Veronica Cimino, non sembra temere il travaso di voti dall’elettorato degli altri candidati. Cauto ottimismo?
Nei piccoli paesi più che i simboli politici conta la conoscenza personale dei candidati. A differenza della Cimino, che sta facendo campagna elettorale da almeno sette mesi sfruttando la sua posizione di vice di Crestini, io ho ufficializzato la mia candidatura solo il 1 agosto. E nei ballottaggi si riparte da zero”.

Calcagni, lei su cosa punta per convincere i suoi concittadini a votarla?
Dobbiamo ricostruire la casa comunale dopo l’incendio. E dobbiamo puntare sul turismo: siamo il belvedere di Roma ma non siamo un paese di passaggio e quindi il turismo va attirato. Penso a com’era venti o anche dieci anni fa la festa delle castagne o com’erano le fraschette. Sono iniziative che vanno riprese e rilanciate. Vanno organizzati eventi a tema che coinvolgano il centro storico che si è spopolato. Vanno abbassate gli oneri concessori del Comune per favorire la riapertura delle aziende: negli ultimi mesi 7 o 8 hanno chiuso. Dobbiamo ripopolare la città e riportare il sorriso”.

Massimiliano Calcagni, candidato per il centrodestra a Sindaco di Rocca di Papa

Appello agli elettori.
Mi conoscete tutti: sono corretto, coerente, umile, sempre al servizio della città. Sono uno di quelli che saluta prima e dopo le elezioni. Sapete dove abito e chi sono. E che sono garanzia di impegno e passione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *