• lunedì 4 Dicembre 2023 23:47

REGIONALI, VOTI SUL CONFRONTO A SKYTG24

Feb 4, 2023

Ieri sera, su Skytg24 confronto fra i tre candidati (principali) alla guida della Regione Lazio, Alessio D’Amato, Donatella Bianchi e Francesco Rocca.

 

Francesco Rocca – voto 6 – rivedibile ma sufficiente

Alessio D’Amato – voto 4 – indeciso e indecifrabile

Donatella Bianchi – voto 5 – etere impalpabile

Male Alessio D’Amato. Come tutti i candidati della coalizione uscente (ma non l’uscente) è impegnato a rivendicare risultati raggiungi.
Ma a ogni risposta butta lì numeri ciancicandoli: troppi e troppo dispersivi. Se propri devi, uno ma significativo. Se me ne elenchi 10 non me ne hai elencato nessuno.
Pessimo taglio di capelli, sudaticcio e con un sorriso congelato: cose che non corrispondono al D’Amato che conosco.
Alla fine, di tutte le sue risposte non si capisce se è un voto chiesto per continuare o uno per la discontinuità: anche perché elenca progetti, come ospedali o infrastrutture, su carta stile metro veltroniane come se fossero già fatte mentre sono solo progetti.
Cita Gualtieri più volte: si candida per fare il badante del Sindaco?
Arrogante al limite dell’indisponente nel dire “io vincerò” alla domanda sulla permanenza alla Pisana all’opposizione in caso di sconfitta.

INDECISO E INDECIFRABILE
Voto 4

Maluccio Donatella Bianchi. Primo: non stai conducendo una trasmissione. Non si leggono i fogli per ricordarsi la scaletta delle cose da dire.
Secondo, un paio di roteate di caschetto biondo che fanno tanto la Carrà.
Mancanza di calore, ripetizione a memoria di concetti appiccicati: dà la sensazione che, approfondendo con mezza domanda di più, non ci sia molto da scavare. Contraddittoria nell’analisi dei rapporti fra M5S e Pd in Giunta Zingaretti. Lezione da ripassare: se va tutto bene, perché ti candidi? Se va tutto male che ci fanno ancora i grillini in Giunta?
Coraggiosa: ci vuole fegato per venire a raccontare a Roma la favoletta della differenziata che basta da sola dopo i cinque anni disastrosi di Virginia Raggi.
Furbetta nello svicolare da una risposta chiara sulla permanenza alla Pisana come consigliera di opposizione in caso di sconfitta: s’è capito però che tornerà in Rai.

ETERE IMPALPABILE
Voto 5

Appena sufficiente Francesco Rocca che vince per differenza ai punti. Indica alcuni temi in modo chiaro – costo della vita, trasporti, sanità. Sulla sanità emerge la competenza da capo della Croce Rossa internazionale. E forse non emerge ancora abbastanza.
Molto male la risposta sull’Autonomia Differenziata: non s’è capito assolutamente nulla di quel che intendeva dire.
Attaccare D’Amato sul fatto che da 10 anni sia al governo regionale ci può stare ma non su ogni risposta: diventa stucchevole. Bravo a far emergere la lite fra M5S e Pd.
Si contano molte indecisioni nella parlata come se perdesse il filo del discorso salvo riacchiapparlo in extremis.
Però i ragionamenti sono sostanzialmente lineari e riesce, tutto sommato, a differenza degli altri due, ad usare bene il suo minuto spiegando cosa intende fare qualora venisse eletto presidente.
Furbo nel conservare le repliche alla fine.

RIVEDIBILE MA SUFFICIENTE
Voto 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *