• giovedì 28 Ottobre 2021 23:23

Pareggio per 2-2 tra Pd e centrodestra ai ballottaggi in provincia di Roma (3-2 per la sinistra considerando Rocca di Papa). Vittoria complessiva del centrodestra per 6 a 5 nel Lazio considerando primo e secondo turno. 5Stelle politicamente estinti: questa è la sintesi delle elezioni amministrative 2020 nei comuni con più di 15mila abitanti nel Lazio.

Dei sette comuni che andavano al ballottaggio, cinque erano in provincia di Roma: Anguillara Sabazia, Ariccia, Genzano di Roma, Rocca di Papa e Zagarolo; e due in quella di Latina: Fondi e Terracina

A fine spoglio, su Roma il risultato vede il centrosinistra confermare Zagarolo e acquisire Genzano di Roma. Rocca di Papa vede vincente la vicesindaco uscente, la civica Veronica Cimino, considerata però vicina all’area del centrosinistra. 

Centrodestra vittorioso invece ad Anguillara Sabazia ed Ariccia.

Emanuela Panzironi

ZAGAROLO
Andando per ordine: l’unico comune Pd uscente era Zagarolo, feudo elettorale del potente vicepresidente della Giunta regionale, Daniele Leodori. Qui, come da previsioni, i Dem confermano il Comune: vince Emanuela Panzironi, vicesindaco uscente, che con 3652 voti (61,03%) conquista il Comune battendo il candidato del centrodestra, Marco Bonini, fermatosi a 2332 preferenze pari al 38,97%. 

Carlo Zoccolotti

GENZANO DI ROMA
Secondo comune che va ai Dem è Genzano. Carlo Zoccolotti, Pd, è il nuovo sindaco con 5243 voti (57,33%). Zoccolotti batte il candidato del centrodestra, Piergiuseppe Rosatelli, che ha raccolto 3903 voti (42,67%).

Veronica Cimino

ROCCA DI PAPA
Infine, a Rocca di Papa i cittadini confermano il vicesindaco uscente, Veronica Cimino, che, così, succede a Emanuele Crestini, il “sindaco eroe” deceduto a causa degli esiti fatali dell’incendio del palazzo comunale dal quale Crestini uscì per ultimo dopo aver controllato l’avvenuta evacuazione. La Cimino, formalmente espressione di liste civiche, è il nuovo sindaco avendo preso 3149 voti (51,84%) battendo di 224 voti il candidato del centrodestra, Massimiliano Calcagni, fermo a 2925 voti (48,16%).

Angelo Pizzigallo

ANGUILLARA SABAZIA
Il centrodestra si impone con 43 voti ad Anguillara Sabazia, dove Angelo Pizzigallo riceve 4023 voti (50,27%) contro i 3983 (49,73%) espressi per il candidato del Pd, Michele Cardone.

Gianluca Staccoli

ARICCIA
Secondo successo per il centrodestra ad Ariccia, al voto anticipato per il decesso del sindaco Roberto De Felice. Gianluca Staccoli (4417 voti, 59,5%) stacca l’ex sindaco Pd (oggi Italia Viva ma candidato come civico) Emilio Cianfanelli (3006 voti, 40,5%).

Riepilogando anche con i risultati del primo turno, nell’area della provincia di Roma, il centrosinistra – che aveva vinto subito ad Albano Laziale e a Colleferro – porta a casa cinque comuni, due in più delle precedenti comunali, consolidando l’area dei Castelli Romani come un vero e proprio feudo elettorale della corrente Pd che fa capo al segretario regionale dei Dem, Bruno Astorre, e che ha in Leodori l’uomo di raccordo con le istituzioni.  

Il centrodestra, che stava a zero, ne prende due.

Di fatto, quindi, entrambi gli schieramenti possono a ragione cantare vittoria. 

Scompaiono politicamente i 5Stelle che perdono i due comuni che avevano vinto nel 2016, Genzano e Anguillara, e che come risultati di lista sono risultati sempre agli ultimi posti con percentuali di irrilevanza politica.

Altro elemento: nella tornata 2016, due sindaci, Ariccia e Rocca di Papa, erano di liste civiche che erano comunque risultate determinanti anche negli altri comuni. In questa tornata, invece, solo la Cimino a Rocca di Papa è espressione di liste civiche anche se la trasversalità è molto attenuata e spostata a sinistra. Le civiche rimangono importanti per convogliare consensi e conseguire la vittoria finale ma non sembrano più così determinanti come in passato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *