• mercoledì 21 Aprile 2021 23:41

Solito annuncio sui bilanci Ama: “Li approveremo a gennaio”

Ama

Nuovo giro, nuovo annuncio. Stavolta a divulgare la prossima approvazione dei bilanci di Ama è Katia Ziantoni, da un paio di mesi presa dalla Raggi nel VI Municipio e spedita a metà settembre a fare l’assessore ai rifiuti nei mesi del crepuscolo dei 5Stelle prima delle elezioni comunali.
La Ziantoni spiega ai microfoni della trasmissione radiofonica ‘Gli inascoltabili’ di NSL Radio: “Entro i primi giorni del nuovo anno l’Assemblea dei soci di Ama, quindi il Campidoglio che ne è l’unico proprietario, approverà i bilanci 2017, 2018 e 2019”.
L’ultimo bilancio approvato è del 2016. Da allora Ama sta senza documenti contabili approvati cosa che è costata la poltrona agli ultimi consigli di amministrazione e all’assessore ai Rifiuti, Pinuccia Montanari.
Lo scontro sui soldi della Municipalizzata dell’Ambiente è feroce con la squadra livornese – l’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti, il direttore generale, Franco Giampaoletti, l’ex sindaco della città toscana, Filippo Nogarin – che preme per la visione più stretta dei libri contabili e l’altra parte, quella romana principalmente, che vorrebbe un’applicazione meno rigida di alcuni criteri.
Risultato: da 3 anni Ama è senza bilanci.
Spiega la Ziantoni: “Ci eravamo dati come limite dicembre. L’ostacolo più grande nell’approvazione dei bilanci Ama è stato legato all’assenza di documenti, anche falsati e non realistici per speculazioni immobiliari. Ci sono stati dei tavoli di lavoro e incontri con Ama che hanno portato all’approvazione dei tre bilanci e del piano di risanamento. Ora la palla passa al Comune ma si tratta di tempi tecnici, perché ci sono dei passi che vanno fatti dal Collegio dei revisori, al massimo i primi di gennaio dovremmo concludere questa operazione e rimettere in piedi l’Ama. La continuità aziendale c’à, nel momento in cui vengono approvati i bilanci, dopodiché l’azienda deve ripartire”.
Ieri il Consiglio comunale ha approvato una “variazione molto complessa”, come l’ha definita Lemmetti, dei documenti di bilancio. Nel documento, fra gli altri, sono stati inseriti 111 milioni di euro al dipartimento Razionalizzazione della spesa per impianti e macchinari per le partecipate a beneficio soprattutto di Ama, che usufruisce anche di una “posta di 50 milioni a titolo di ricapitalizzazione. Abbiamo infine aggiunto sul titolo II il finanziamento del piano industriale Ama non solo per il 2020 ma anche per il 2021 e il 2022, con 100 milioni nel fondo investimenti impianti per dare continuità alla nostra azione”.
Con quello di oggi della Ziantoni si rinnova la promessa di approvare i bilanci Ama in tempi brevi, promessa che viene ciclicamente reiterata già dal lontano 2017. Vedremo se sarà la volta buona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *