• martedì 20 Aprile 2021 06:04

Di proroga in proroga, la Raggi occupa i posti di controllo del Campidoglio anche dopo le elezioni.

Succede con la figura del Ragioniere generale che, con un’ordinanza firmata dalla Raggi il 25 novembre scorso, rimarrà in carica fino al 30 aprile 2022, più o meno un anno dopo le elezioni comunali. 

Il Ragioniere generale è Anna Guiducci, proveniente dal Comune di Arezzo, lungo il famoso asse Livorno-Roma con i gangli vitali del Campidoglio sotto le mani dei 5Stelle livornesi.

La Guiducci è stata nominata il 30 aprile 2019 con un “comando” dal Comune di Arezzo a quello di Roma. Poi, a metà 2020, le è stata data una proroga fino a fine anno. E ora arriva la seconda proroga. Che, però, appunto, porterà la scadenza del contratto della Guiducci molto oltre l’arrivo del nuovo Sindaco.

Quello del Ragioniere generale è uno dei ruoli chiave del funzionamento della macchina amministrativa comunale: non è solo il garante dei bilanci ma la sua firma è una di quelle che convalida, sotto il profilo della regolarità contabile, praticamente ogni delibera della Giunta.

La Guiducci era finita già nell’occhio del ciclone per la proroga del 2020 che, secondo Francesco Figliomeni, vicepresidente del Consiglio comunale (FdI), non era stata predisposta dalla Giunta ma decisa con una determina dirigenziale. Anche questa volta, invece di una nuova delibera della Giunta, la prosecuzione del rapporto lavorativo viene affidata a un’Ordinanza del Sindaco, un atto con un “peso” specifico diverso.

Attacca nuovamente Figliomeni: “Ammessa la legittimità delle proroghe, come mai lo si fa eccedere così tanto il mandato della Raggi?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *