• sabato 23 Ottobre 2021 22:04

Ennesima giornata disastro di Atac, in questo caso sulla ferrovia Roma-Lido di Ostia che, nel corso della giornata di ieri, è stata teatro per ben due volte, all’ora di punta la mattina e poi all’ora di pranzo, di rallentamenti a ripetizione, treni soppressi – Atac le definisce “rimodulazioni del servizio”, linea elettrica fuori uso. 
Inutile sottolineare gli assembramenti: foto e video diffusi sui social mostrano un quadro raccapricciante di passeggeri stipati nei convogli e ammassati sulle banchine.
Chissà se anche in questo caso, come nelle scorse settimane, Atac e Campidoglio la butteranno sulla “percezione” del sovraffollamento.
Primo annuncio del caos arriva alle 8.38 di mattina: “Roma-Lido: circolazione fortemente rallentata in direzione Roma per guasto tecnico a treno, seguono aggiornamenti”. Poi, di venti minuti in venti minuti, i tweet aziendali si fanno sempre più tragici: “forti ritardi su intera linea”, “forti ritardi direzione Roma, circolazione interrotta direzione Colombo”, ”forti ritardi su intera linea, tra circa 5′ parte un treno da Eur Magliana direzione Colombo”. Dopo le 10, finalmente “circolazione in corso di normalizzazione su intera linea, con residui forti ritardi, a seguito guasto treno”. Poi alle due del pomeriggio, per un’altra ora, la linea va nuovamente in tilt: “Ferrovia Roma Lido, servizio interrotto tra Lido Centro e C. Colombo (guasto tecnico)”.
Logico che gli utenti manifestino sulla rete una certa dose di entusiasmo in vista del cambio di gestione.
È iniziato con il nuovo anno, infatti, il lungo iter che porterà, il 30 giugno prossimo, Atac fuori dalla gestione e dalla manutenzione sia della Roma-Lido che della Roma-Civita Castellana-Viterbo con la Regione Lazio, proprietaria delle due linee, che le ha assegnate ad Astral per le manutenzioni e a Cotral per gestire il servizio viaggiatori.
Va ricordato che su queste due linee, da anni ormai, c’è un progetto di ristrutturazione globale per un totale di 700 milioni di euro per la parte infrastrutturale e di 255 per acquistare i nuovi convogli.
Nel Piano regionale Trasporti approvato poche settimane fa, poi, nello scenario futuro della Roma-Lido viene dato il via libera alla realizzazione della diramazione fino a Fiumicino aeroporto.
Sul caos di ieri, forte attacco del capogruppo Lega in X Municipio, Monica Picca:Quattro anni di promesse per milioni di utenti che ogni anno sono vittime dei disservizi della Roma-Lido a causa dell’incapacità di chi in questi anni dal Campidoglio ha pensato bene di usare l’Atac solo per tagliare il nastro a qualche autobus messo in strada“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *