• mercoledì 20 Ottobre 2021 15:45
Salvini Matteo, Ceccardi Susanna

È la città di cui era sindaco la candidata del centrodestra alle Regionali della Toscana, Susanna Ceccardi, battuta con quasi 150mila voti di scarto, dal candidato del Pd, Eugenio Giani, presidente uscente del Consiglio regionale. 
Ed ora, Cascina, in provincia di Pisa, potrebbe cambiare colore e passare, quasi fosse una nemesi, al centrosinistra. Il candidato del centrodestra, Leonardo Cosentini, avvocato, già consigliere comunale per Alleanza Nazionale a Cascina e da maggio 2018 assessore a Cultura, Scuola e Sport, ha incassato 8mila voti, pari al 33,1%.
Il suo competitor, Michelangelo Betti, candidato per Italia Viva, Pd, Europa Verde e due liste civiche, ha chiuso il primo turno avanti di 1300 voti con il 38,6%. Non bastasse, Betti ha stretto due apparentamenti con  il candidato civico Cristiano Masi (quarto, con 2200 voti pari al 9,1%) e con i 5Stelle, giunti penultimi ma pur sempre con quasi 1900 voti e il 7,7%.

Da un punto di vista numerico, rispetto alle comunali 2016, la Lega ha visto aumentare in valore assoluto il suo pacchetto di consensi passato da 3925 a 4424 ma con una diminuzione in termini percentuali, segno di un’affluenza decisamente più elevata (55,5% nel 2016 contro il 69,6% di questa tornata). Segna un’ulteriore marginalizzazione Forza Italia che dimezza i suoi già scarni consensi: nel 2016 erano 845 voti (4,58%) ore sono 411 (1,81%). Al contrario, nel centrodestra, salgono le quotazioni di Fratelli d’Italia che passa dai 376 voti del 2016 (2,04%) ai 1682 di adesso (7,45%).
Dall’altro lato, cresce bene il Pd: 5563 nel 2016 (30,15%) e 7482 voti ora (33%); irrilevante Italia Viva di Renzi, 314 voti pari all’1,38% e crollo dei grillini che dimezzano i loro voti in valore assoluto scendendo dai 3335 voti del 2016 ai 1465 di oggi ma crollando, in valore percentuale, dal 18% del 2016 al 6,4% di questa tornata elettorale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *