• martedì 20 Aprile 2021 12:31

 

Per cinque anni, dal 1992 al 1997, è stata compagna di classe di Virginia Raggi al Liceo. Dal giugno 2019 la Raggi ha chiamato Lorenza Fruci a occuparsi delle pari opportunità: 18 ore settimanali con contratto di segreteria ma retribuzione da dirigente (fascia minima) a 27mila euro lordi annui. Poi, un sei mesi dopo, si passa al full time con adeguamento contrattuale a 55mila euro lordi annui.
Da ieri, Lorenza Fruci è il nuovo assessore alla Cultura subentrando a Luca Bergamo.
Meno di sei mesi al voto, forse otto se le elezioni per il nuovo Sindaco dovessero slittare a dopo l’estate per l’emergenza Covid, con l’ultimo bilancio già approvato: per quanto possa essere brava, la Fruci avrà scarse possibilità di incidere. E certo, subentrare per un tempo così limitato, con il lavoro già impostato, i soldi già assegnati, appalti già in essere, e prendere il posto di Bergamo, di Flavia Barca, Umberto Croppi, Gianni Borgna e Renato Nicolini è impresa da far tremare i polsi.
La Fruci, romana, classe 1977, è laureata in Scienze della Comunicazione a La Sapienza con un master in “Filmare l’Arte” all’Accademia delle Belle Arti Roma.
Periodo formativo proseguito con un corso di Perfezionamento in Forme di governo e logiche decisionali femminili nella storia e nel presente della Scuola di Alta Formazione per Donne di Governo.
Dal 2008 segue, come giornalista, per conto di una serie di testate, associazioni, eventi e festival, tematiche “al femminile” di arte, spettacolo, cultura, società, costume.
Stando alla biografia pubblicata sul proprio sito, la Fruci “è stata titolare della ‘factory’ “elleffe factory&comunicazione”, con la quale ha ideato e realizzato progetti di comunicazione, editoria, giornalismo e cultura”.
Dal 2018 al 2019 è stata responsabile di SMS MAG, il magazine online del Complesso Museale Santa Maria della Scala Comune di Siena.
Per i casi della vita, quando era a Siena, a dirigere il Complesso museale, c’era Daniele Pitteri, oggi alla guida dell’Auditorium di Roma.
A concludere il ritratto della Fruci, una serie di opere: saggi, racconti e biografie ma anche documentari e cortometraggi, tutti incentrati sulle donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *