• lunedì 25 Ottobre 2021 22:23

Ancora una volta la maggioranza grillina in Campidoglio è costretta a far saltare il numero legale della seduta dedicata al Bilancio per poter andare, oggi alla ripresa dei lavori, in seconda convocazione.
È l’ennesima volta che accade: l’ultima, giusto un paio di giorni fa, quando i 5Stelle hanno fatto cadere il numero legale per poter approvare, con soli 20 voti, i maxiemendamenti di Giunta. Tutto questo perché i consiglieri grillini, 29 all’inizio Raggi compresa, oramai sono ridotti a una ventina fra i dissidenti (Enrico Stefano, Angelo Sturni, Agnese Catini, Marco Terranova, Donatella Iorio, Alessandra Agnello, Simona Ficcardi) e i fuoriusciti (Cristina Grancio e Monica Montella).
Ieri il bis: a un certo punto i 5Stelle hanno preso e sono usciti fisicamente dall’Aula Giulio Cesare facendo cadere il numero legale.
Oggi, quindi, si andrà in seconda convocazione e per la validità della seduta basteranno 18 presenze.
Attaccano ancora le opposizioni. Il capogruppo Pd, Giulio Pelonzi, parla apertamente di “ex maggioranza” e la Lega, Maurizio Politi e Davide Bordoni, sottolinea la disgregazione della maggioranza evidenziando come “il Sindaco non abbia più i numeri per governare”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *