• giovedì 28 Ottobre 2021 22:34
Piazza del Campidoglio

Da oltre un mese è scaduta la proroga del Direttore del dipartimento Patrimonio”. Una nomina già prorogata (male) una volta e per un incarico ad interim.
La denuncia parte dal capogruppo di Fratelli d’Italia in Assemblea Capitolina, Andrea De Priamo, che aggiunge: “Questo potrebbe determinare problemi sugli atti approvati ed è in ogni caso un segno di disattenzione su una tematica importante, e che in questi anni ha visto grandi criticità a partire dall’edilizia residenziale pubblica. Come Fratelli d’Italia chiediamo trasparenza e presenteremo un’interrogazione in merito”.
La storia è una di quelle piuttosto canonica nella vita amministrativa del Comune a trazione grillina: si chiama a Roma un dipendente di qualche altro Comune.
Stando ai documenti presenti sul sito istituzionale del Campidoglio, Pepe è un dirigente tecnico in servizio al Comune di Civitavecchia dove, fino al giugno 2019, il sindaco, casualmente, era del Movimento 5Stelle.
Il 28 giugno 2019 – tre settimane dopo l’elezione del nuovo Sindaco, della Lega – il Campidoglio chiama Pepe a Roma.
Si legge, infatti, in un’ordinanza della Raggi, la 121/2019, che “è stata avviata una procedura di mobilità volontaria per 15 posti di dirigente tecnico a tempo pieno e indeterminato” e che all’interno di questa procedura è stato disposto “il nulla osta al trasferimento dell’ingegner Pepe” al Comune di Roma da quello di Civitavecchia.
Per cui, viene deciso di dare a Pepe l’incarico di “Direttore della Direzione Gestione Patrimonio e della correlata Unità Operativa Concessioni del Dipartimento Patrimonio fino a scadenza del mandato amministrativo” della Raggi.
Solo che, passano pochi giorni, e il 22 luglio il Comune si accorge che “si è resa vacante la Direzione del Dipartimento Patrimonio”. Per cui, in attesa di decidere il “dirigente da preporre in via definitiva” viene affidato l’incarico a Pepe. Che così, diventa Direttore del Dipartimento, Direttore di un Direzione e Direttore di una Unità Operativa. 
Solo che il ruolo di Direttore del Dipartimento ha durata trimestrale, con scadenza il 20 ottobre 2019. Sul sito istituzionale non si trovano nuove decisioni fino a inizio novembre 2020, quando con altra ordinanza (la 216) il Comune si accorge sempre che il Dipartimento è senza direttore e che, nonostante un Direttore di un Municipio avesse manifestato “l’interesse a ricoprire l’incarico” viene deciso di confermare Pepe. Sempre per un trimestre, con scadenza il 7 febbraio, quindi, scaduto da un mese e quattro giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *